This site was optimized for desktop or tablet viewing. Mobile devices will have some viewing difficulties, but will retain functionality.

GIARDINI LA MORTELLA READ MORE © ALESSIO GUARINO

I GRANDI PAESAGGISTI DEL 900 Montague Russell Page, paesaggista e architetto del verde, nacque nel Lincolnshire come secondogenito di Ida Flora, nata Martin (1875–1963), e Harold Ethelbert Page, avvocato a Lincoln. La sua formazione avvenne alla Charterhouse School nel Surrey (1918–24), seguita dagli studi presso la Slade School of Fine Art dell'Università di Londra (1924–26) sotto la guida del Professor Henry Tonks. Dal 1927 al 1932 perfezionò la sua arte a Parigi, arricchendo la sua esperienza con piccoli incarichi di giardinaggio in Francia. La carriera professionale di Page prese avvio con progetti in Rutland (1928) e la progettazione di castelli in Francia a Melun (1930) e Boussy Saint-Antoine (1932). Al suo ritorno in patria, Page fu impiegato dal paesaggista Richard Sudell e intraprese il rimodellamento dei giardini di Longleat, un impegno che si protrasse per molti anni. Tra il 1934 e il 1938, contribuì con articoli alla rivista Landscape and Gardening. Durante il periodo 1935-1939 collaborò con Geoffrey Jellicoe, realizzando progetti come il paesaggio e l'edificio del 'Caveman Restaurant' a Cheddar Gorge nell'ambito della tenuta di Longleat nel Somerset. Lavorò anche alla Royal Lodge, Windsor; Ditchley Park, Oxfordshire; Holme House, Regent's Park, Londra; Broadway nei Cotswolds; e alla Charterhouse School. In questo arco temporale, Page partecipò anche a progetti come il Leeds Castle, Kent (1936 e successivamente); il château Le Vert-Bois in Francia (1937); il château de la Hulpe, Belgio (1937); e il château de Mivoisin, Francia (1937–1950). Durante la Seconda Guerra Mondiale, Page prestò servizio nel Political Warfare Department del Regno Unito in Francia, negli Stati Uniti, in Egitto e in Sri Lanka. Al termine del conflitto, Page si dedicò al design di giardini in Europa e negli Stati Uniti, collaborando con clienti di prestigio come il Principe Edoardo, Duca di Windsor, il Conte Sanminiatelli San Liberato, il Re Leopoldo III del Belgio, Suzanna Walton (moglie di Sir William Walton), Babe Paley e William S. Paley, Oscar de la Renta, Marcel Boussac, Olive Lady Baillie, PepsiCo, e il Barone e la Baronessa Thierry Van Zuylen van Nievelt, oltre al Frick Museum. Tra le sue opere più note figurano le National Capitol Columns nell'United States National Arboretum di Washington e la Tenuta di San Liberato a Bracciano, vicino a Roma. Nel 1947, Page sposò Lida Gurdjieff, nipote del maestro spirituale G. I. Gurdjieff, e insieme ebbero un figlio, David. Il matrimonio terminò nel 1954, e nello stesso anno, Page si risposò con Mme Vera Milanova Daumal, vedova del poeta Rene Daumal e ex moglie del poeta Hendrick Kramer. Quest'ultima morì nel 1962. Page condivise le sfumature della sua vita e della sua carriera nel 1962 attraverso l'autobiografia "The Education of a Gardener." Montague Russell Page si spense il 4 gennaio 1985 a Londra e riposa in una tomba anonima a Badminton, Gloucestershire. In un'intervista a Christopher Woodward del The Telegraph, la nipote di Page, Vanessa, condivise alcuni "frammenti preziosi" della vita di suo zio, tra cui un opuscolo sulle erbe medicinali dello scrittore e pensatore Idries Shah. Vanessa spiegò che Shah fu il mentore spirituale di Page nella Londra degli anni Sessanta, contribuendo ad arricchire il lato spirituale della sua vita. RUSSEL PAGE
I GRANDI PAESAGGISTI DEL 900

CECIL ROSS PINSENT

Cecil Ross Pinsent (5 maggio 1884 – 5 dicembre 1963) è stato un designer di giardini e architetto britannico, noto per i giardini innovativi che ha progettato in Toscana tra il 1909 e il 1939. Questi hanno rivisitato in modo fantasioso i concetti dei designer italiani del XVI secolo.

Cecil Ross Pinsent nacque in Uruguay il 5 maggio 1884, a Montevideo, figlio di Ross Pinsent (un uomo d’affari con interessi ferroviari) e Alice Pinsent. Ha studiato architettura in Gran Bretagna.

Tra il 1901 e il 1906 trascorse qualche tempo a realizzare disegni topografici di chiese e case in Gran Bretagna e Francia; e nel 1906 stava facendo disegni simili in Italia. Lui e il suo amico Geoffrey Scott, durante un tour in Toscana, incontrarono lo storico dell’arte americano Bernard Berenson e sua moglie Mary Berenson.