VILLA JUCKER | BAVENO

I Giardini di Pietro Porcinai

La villa Jucker presso Baveno, ai bordi del Lago Maggiore, è una delle residenze private che Porcinai progetta in collaborazione con Lodovico Barbiano di Belgiojoso, architetto del noto studio Milanese BBPR. Negli anni sessanta, Porcinai ha occasione di collaborare con molti importanti architetti, sviluppando ogni volta un’idea di giardino che fosse espressione di un nuovo stile di vita, interpretazione “moderna” dei paesaggi italiani nei quali si colloca. Il giardino progettato attorno alla villa si distribuisce lungo un ripido pendio, a stretto contatto con la vista del lago con le isole e, sullo sfondo, il profilo solenne delle Alpi. Questo paesaggio domestico viene percepito come una nuova topografia, in continuità con la struttura della casa e delle sue profonde terrazze. Al bordo delle spesse masse di vegetazione attorno, Porcinai progetta un raffinato sistema di rocce e di vasche che captano le acque provenienti dall’alto: specchi d’acqua che, in continuità con la casa, offrono un gioco di rimandi visivi allo splendido scenario del lago.

VILLA I COLLAZZI

Il giardino ha un impianto semplice, strutturato su due terrazzamenti, il primo dei quali coincide con il piano della villa: è un enorme prato dove nel XIX secolo vennero piantati lecci, ippocastani e cipressi. Qui, nel 1938, i proprietari fecero realizzare al paesaggista Pietro Porcinai, allora giovane architetto, una piscina rettangolare, in quarzite gialla e grigia con il bordo in pietra serena, incastonata nel prato vicino al viale d’accesso: venne studiata la posizione in maniera da riflettere la facciata della villa nello specchio d’acqua.

La seconda terrazza, realizzata in epoca settecentesca, si trova sul lato sud ed è collegata al ripiano superiore tramite una scala, che è incassata nel bastione che circonda la villa. Vi si trova un giardino formale con aiuole fiorite di forma quadrata, dove trovano alloggio nella stagione calda i vasi di piante di agrumi. Da qui si dipana un sentiero a gradoni verso l’aperta campagna.

Don`t copy text!
X