ITINERARI NATURALISTICI | AÇORES PORTOGALLO

FÁBRICA CHÁ PORTO FORMOSO

Sulla costa settentrionale dell’isola di S. Miguel si trovano le due uniche piantagioni commerciali  di tè d’Europa. La Fabbrica di tè Porto Formoso è una di esse, ed affianca alla componente produttiva un’attività dedicata alla conservazione delle memorie legate alla lavorazione del tè nel corso del tardo Ottocento, del periodo, cioè, in cui sull’isola questa produzione diede i primi passi. Si tratta di uno spazio museologico all’interno del quale vengono proposte visite guidate a qualunque ora del giorno, nell’ambito dell’orario lavorativo normale. I visitatori sono poi invitati a provare i differenti tipi di tè nella bellissima sala che ricostruisce una tipica cucina isolana, o sul terrazzo da cui si gode di un magnifico panorama sulle piantagioni di tè e sul paesino di Porto Formoso. Ogni anno, in primavera, viene realizzata la ricostruzione storica di una raccolta del tè, con i costumi tipici del passato.

ITINERARI NATURALISTICI | AÇORES

CHÁ GORREANA TEA

La fabbrica del tè si trova a Gorreana da cui prende il nome, nel comune di Ribeira Grande, sull’isola di São Miguel, nelle Azzorre. Alcuni studiosi sostengono che la Camellia sinensis, una pianta che è all’origine del tè verde e del tè nero, sia stata introdotta nelle Azzorre, vale a dire a São Miguel, nel 1750, trasportata da navi di ritorno dall’Oriente. È anche noto della sua coltivazione sull’isola di Terceira, da dove sarà stata emessa una partenza per Lisbona nel 1801. 

Documentato, i semi di tè furono introdotti a São Miguel dalle mani del Miquelense Jacinto Leite, comandante della Guardia Reale di Giovanni VI del Portogallo, tornato dal Brasile intorno al 1820. Il clima mite dell’isola, con precipitazioni ben distribuite durante tutto l’anno, assenza di gelate e poco colpo di calore intenso si è rivelato ideale per la sua semina e sviluppo.

Don`t copy text!
X